Nel contesto attuale di mercato, per le aziende, le industrie e i fornitori di servizi di  logistica, l’efficienza operativa in materia di gestione degli Asset è diventata una priorità assoluta, specie se collegata alla digitalizzazione ed all’introduzione di nuove soluzioni tecnologiche.

Le aziende pertanto cercano costantemente nuovi modi per sviluppare il proprio rendimento ed investimento di risorse, riducendo i costi ma migliorando comunque la qualità del servizio.

Con Il concetto di Asset Management si vuole rappresentare una prima metodologia chiave per la gestione efficace e il monitoraggio delle proprietà aziendali, sia in contesti industriali di produzione manifatturiera e meccanica che in ambienti d’ufficio tradizionali. 

Al loro interno si possono infatti identificare una vasta gamma di oggetti, strumenti e più, come macchinari, attrezzature, beni immobili, ma anche risorse digitali come software e dati. 

L’obiettivo principale è quindi ottimizzare l’efficienza operativa complessiva, garantendo la disponibilità necessaria per le attività aziendali e massimizzando in modo strategico il valore complessivo dell’investimento fatto in relazione a questi.

E una tecnologia che in particolare si è dimostrata efficace nell’incontrare questa crescente domanda generale di mercato è l’RFID (Radio-Frequency Identification), una soluzione apposita per l’identificazione automatica ed il monitoraggio da remoto dei cespiti.  

Utilizzando così i campi elettromagnetici per trasferire dati, informazioni e agevolare i processi, attraverso l’impiego di un semplice tag e di un lettore,  l’RFID si dimostra un efficace proposta nell’ambito dell’Asset Management.

Il Potenziale dell’RFID nel procedimento di Gestione degli Asset 

L’RFID offre così numerose possibilità per ottimizzare l’asset management nelle industrie e nella logistica. 

Innanzitutto, consente un tracciamento preciso e in tempo reale delle proprietà, che siano materiali, prodotti finiti, o attrezzature industriali e/o digitali. 

Questo significa che le aziende possono monitorare facilmente ed in modo funzionale la posizione e lo stato degli asset lungo l’intera catena di distribuzione o produzione, riducendo notevolmente il rischio di smarrimenti, migliorando inoltre, la trasparenza e la chiarezza nei processi.

L’implementazione di questi sistemi consente ad esempio alle aziende di automatizzare tutta una serie di processi originariamente manuali, come il tempo impiegato o il personale dedicato, riducendo le risorse necessarie investite, oltre che i potenziali errori umani, agevolando appunto la gestione di inventari stock oppure dinamiche connesse a sovrastoccaggio e/o carenze.

Un’altra area in cui l’RFID può portare significativi vantaggi è nella gestione della catena di approvvigionamento. 

Utilizzando ad esempio tag RFID sugli imballaggi e sui pallet, le aziende possono monitorare il flusso dei materiali in tempo reale lungo l’intera catena di distribuzione. Ciò consente una maggiore visibilità e tracciabilità dei materiali, riducendo il rischio di errori e ritardi nella consegna.

Considerazioni sulla Sicurezza e sulla Privacy

Tuttavia, mentre l’RFID offre numerosi vantaggi in termini di efficienza e visibilità, è importante considerare anche le implicazioni in termini di sicurezza e privacy. Le aziende devono pertanto assicurarsi di implementare misure di sicurezza e tutela integrative e complementari adeguate, per poter così proteggere i dati sensibili raccolti dai tag o conservati nel sistema di gestione, garantendo il rispetto delle normative sulla privacy.

Un’opportunità tecnologica questa, che rappresenta una valida proposta per ottimizzare la pratica (o introdurla da zero) dell’asset management, consentendo a professionisti ed aziende di tracciare precisamente e in tempo reale i cespiti di interesse, in un’ottica strategica di miglioramento dell’efficienza operativa.

Ad ogni modo, è importante implementare comunque un apparato correlato di misure di sicurezza e supporto adeguate, per proteggere i dati e  il funzionamento complessivo: con una corretta implementazione infatti, l’RFID può diventare un prezioso alleato per le aziende che cercano di rimanere competitive in un mercato sempre più dinamico e globalizzato, fornendo un vantaggio concreto e altamente performante.