strategic planning otherbase

La pianificazione strategica è un elemento chiave per la programmazione aziendale e per il percorso verso il successo del proprio business nel medio-lungo termine.

Progettando con attenzione l’intero processo, le aziende possono infatti definire meglio obiettivi, risorse e approcci necessari ad affrontare le sfide.

E’ importante premettere che per agire correttamente è importante iniziare con un’analisi preliminare dell’ambiente esterno e interno, così da identificare e rapportarsi al meglio al contesto di riferimento.

Vediamo alcune principali soluzioni utilizzate nella pianificazione e i vantaggi che ne derivano all’interno di una strategia ben definita:

  • Per iniziare, l’Analisi SWOT rappresenta un ottimo strumento ricorrente che aiuta le organizzazioni a comprendere le loro Forze, Debolezze, Opportunità e Minacce (SWOT appunto, dall’inglese). 

Stabilendo una base solida di partenza di questo tipo, possiamo elencare in modo sintetico i punti principali come forze e debolezze, da cui far partire la propria strategia.

  • Secondariamente, attraverso la Mappatura delle Parti interessate, possiamo avere una scansione generale del panorama e delle figure con cui si opera e interagisce,  coinvolgendole, eventualmente, in modo attivo durante fasi specifiche della pianificazione strategica ove utile e opportuno.
  • La Matrice BCG (Boston Consulting Group, dal nome dello Studio che l’ha concepita) invece, permette di classificare le aree strategiche di affari o attività del mercato di riferimento dell’azienda. Lo scopo in questo caso è aiutare le organizzazioni a decidere dove concentrare le risorse per massimizzare il rendimento in modo mirato e specifico.

Una gestione efficace e ottimizzata delle risorse è infatti cruciale per il processo di Pianificazione Strategica, tenendo ben presente il volume di risorse e investimenti richiesti, a livello economico, tecnologico e umano durante ciascuna fase.

  • Gli obiettivi SMART (Specifici, Misurabili, Achievable, Realistici, Temporizzati) sono infine un’altro dei parametri di riferimento strategici più ricorrenti, che forniscono una struttura chiara e rivolta  alla definizione degli obiettivi. 

Questi obiettivi devono infatti essere: 

Specifici, Misurabili, Achievable (Raggiungibili ndr.), Realistici e Temporizzati; 

Fornendo così una scaletta che guidi chiaramente ciascuno step del processo di pianificazione strategica, il quale si dimostra essere una volta in più un tema tanto articolato quanto cruciale per il successo aziendale, capace di condurre un’organizzazione sulla strada giusta per il raggiungimento futuro dei propri obiettivi.